10 giugno 2014

Le industrie sempre più ad Energia Rinnovabile

Uno dei settori dove, al grande pubblico, appare difficile l’utilizzo delle energie rinnovabili è quello dell’industria.
Il grande consumo energetico e la densità di utilizzo dell’energia sono sempre stati visti come limiti all’impiego concreto dell’energia solare e delle altre risorse rinnovabili.

È invece proprio in questo settore che le applicazioni delle rinnovabili sono più convenienti e in rapido sviluppo. Pochi anni fa il Task 33 della International Energy Agency (Solar Heating and Cooling Programme) esplorava l’utilizzo dell’energia solare per la produzione di calore nei processi e utilizzi industriali trovando decine di casi di utilizzo. Questo lavoro continua con il Task 49 (Solar Heat Integration in Industrial Processes) con l’obiettivo dell’integrazione del calore prodotto da impianti termici solari nei processi industriali.
Uno dei primi esempi documentati e interessanti per l’utilizzo integrato di varie rinnovabili per l’alimentazione di un complesso industriale è stata la fabbrica di collettori solari tedesca Solvis. Sorge in una zona industriale al nord di Braunschweig a breve distanza dal canale fluviale che collega i fiumi Reno, Weser ed Elba. L’edificio è entrato in esercizio nell’estate del 2002. Un elemento immediatamente visibile dell’architettura è la tensostruttura metallica del tetto che copre il capannone e che ospita i grandi impianti solari, collettori e moduli fotovoltaici. Obiettivo principale è stato quello di realizzare un edificio a basso consumo energetico il cui fabbisogno energetico residuo possa essere coperto esclusivamente con energie rinnovabili. Il fabbisogno termico calcolato è di 22 kWh/m2 anno e corrisponde quindi a quello di un edificio a basso consumo energetico.

Fonte: QualEnergia