15 novembre 2013

La crisi del carbone nel mercato elettrico europeo

I tempi sono particolarmente duri per i produttori di energia elettrica da fonti convenzionali: alla crescita esponenziale delle fonti rinnovabili, per lo più incentivate e quindi escluse dal gioco competitivo, si sono uniti gli effetti della crisi economica: domanda debole e prezzi in calo hanno messo a rischio la redditività di impianti anche recenti e tecnologicamente avanzati.  In questo quadro si parla sempre più spesso di “rinascita” del carbone: lungi dall’essere stato abbandonato, come prospettato alla vigilia della messa in atto delle politiche di decarbonizzazione europee, l’uso del combustibile ritenuto tra i maggiormente inquinanti è in aumento in molti paesi europei.

Fonte: Claudia Checchi, GME