17 maggio 2016

Una Felice Gimondi indimenticabile per il Bike Team

BERGAMO (BG) – E’ scattata alle 7.00 del 15 maggio la ventesima edizione della Gran Fondo Felice Gimondi Bianchi. Quasi quattromila appassionati ciclisti hanno animato la gara amatoriale che porta il nome del grande campione bergamasco di Sedrina vincitore di tre edizioni del Giro d’Italia, un Tour de France, una Vuelta Espana, un Campionato del Mondo e moltissime altre grandi gare, tra questi anche gli atleti del Suntrading Bike Team.

Tre i percorsi che i ciclisti potevano scegliere (89, 128 e 162 km), molte di più le motivazioni che hanno spinto i tesserati della formazione presieduta da Bruno Manicardi a partecipare, numerosi, a quello che è stato ribattezzato l’“Appuntamento”.

Due ore e trentasette minuti dopo il via, un caldo sole ha accolto l’arrivo sul traguardo di via Marzabotto di Marco Algeri, primo atleta del Suntrading Bike Team a completare la manifestazione. “Il Cannibale” di Pedrengo si è classificato al trentanovesimo posto nella classifica generale del percorso corto e settimo tra gli M3. Pochi minuti dopo l’arrivo di Algeri è stato Giacomo Vismara a tagliare il traguardo; l’esperto ciclista ha gioito per il podio conquistato nella categoria M6.

Sugli 89 km sono da segnalare anche i risultati in M4 di Michele e Mauro Iotti: il primo è giunto nella top twenty; il secondo, tesserato solo da alcuni mesi e al debutto in una Gran Fondo, ha terminato la sua prova molto soddisfatto per essere riuscito a raggiungere il personale obiettivo che si era posto.

“Il Capitano” Omar Nembrini ha terminato la prova in due ore e cinquantanove minuti classificandosi trentacinquesimo tra gli atleti di categoria M3, mentre uno stoico Danilo Quistini, nonostante una condizione non brillantissima, ha terminato la sua avventura alla Gimondi 2016, meritandosi ampiamente la Finisher medal.

Sul percorso medio il miglior alfiere Suntrading è stato Dario Franzoni: il trentasettenne di Coccaglio ha completato 128 chilometri in meno di quattro ore, tagliando il traguardo in sessantaduesima posizione, quattordicesimo tra gli M2.

Osio, Previtali, e Savoldi, anch’essi arrivati al traguardo in meno di quattro ore, si sono classificati rispettivamente 18° in M1, 16° in M3 e 9° in M5. “Top Twenty” conquistata tra gli M5 anche per Stefano Nembrini che ha concluso la Medio Fondo assieme a Bruno Manicardi (27° in M3). Obiettivi raggiunti anche da Massimo Nembrini, Roberto Pellegrini, Francesco Fassi, Simone Magni, Davide Morzenti, Luca Pandolfi e Roberto “il Moli” Molinari.

Buonissimi risultati, in qualche caso superlativi, per gli uomini del Suntrading Bike Team che hanno affrontato il percorso lungo: cinquantatreesima posizione nella classifica assoluta per un brillante Giacomo Palazzi (10° classificato tra gli M1); podio conquistato da Riccardo “Gava” Gavazzeni (“medaglia d’argento” nella sua categoria); “Top ten” di categoria, sfiorata dal 28enne Fabio Mazzoleni. Bene anche Izzo, Locatelli e Monieri .

Giornata sportivamente sfortunata per Ivan Pasta costretto al ritiro per un guasto al mezzo meccanico.

Una volta scesi dalla bicicletta, per i componenti di Suntrading Bike Team si è alzato il sipario del post gara: un momento di divertimento, condivisione e relax assieme agli amici e alle famiglie.

Ad ospitare la vera festa di giornata, Casa Suntrading, lo
stand predisposto all’interno del Lazzaretto dall’azienda sponsor del team e, quest’anno, anche sostenitrice della GF GIMONDI.

La giornata del Bike Team si è conclusa con un brindisi e la foto di gruppo con Felice Gimondi.